L’Italia apre i confini per i turisti. La stagione estiva sta arrivando!

0
33

L’Italia apre i confini per i turisti. La stagione estiva sta arrivando!

Italia rilancia il turismo per la stagione estiva! Così, l’Italia apre le frontiere! Dopo che hanno alzato le restrizioni poco alla volta, gli italiani sono pronti per poter ricevere in Italia i turisti europei.

Gli italiani sono pronti per tornare alla normalità: i voli nazionali sono stati ripresi. Gli aeroporti di Milano, Roma e Napoli sono stati aperti. Sono stati riaperti anche i trasporti ferroviari, che adesso si svolgono in modo normale. L’Italia apre le frontiere anche sui territori delle regioni. Da mercoledì, 5 giugno 2020, la circolazione interna è diventata libera, in tutte le 20 regioni.

L’Italia, colpita dal Coronavirus 

Negli ultimi 3 mesi, in Italia sono morte più di 33.500 persone a causa del Coronavirus. Così, tutti gli italiani hanno aspettato il ritorno alla normalità. Per il momento, l’economia italiana è a terra. Così, il paese circondato da 4 mari dovrà affrontare anche questa caduta dell’economia, una delle più grandi dopo la Seconda Guerra Mondiale.

Il Ministro Italiano degli Affari Esteri, Luigi di Maio, dice che il turismo ha un ruolo importante nella ripresa dell’economia: “L’accoglienza dei turisti significa la riapertura dell’economia e di dare la possibilità di lavorare per gli artigiani, i commercianti, gli imprenditori e gli albergatori”. Inoltre, afferma: “Per il turismo riteniamo che ci sia la necessità di regole uniformi per la mobilità per garantire viaggi sicuri e senza interruzione ai cittadini europei”.

L’Italia apre i confini anche per i turisti! 

Insieme alla riapertura delle frontiere, l’Italia rende possibile che i lavoratori stranieri possano andare di nuovo in Italia, senza rispettare le regole riguardanti la quarantena. Così, l’Italia apre le frontiere anche per i lavoratori stranieri, non solo per i turisti. In Italia vanno a lavorare più di 150.000 di lavoratori stagionali, di origine rumena, polacca e bulgara. 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here