La compressione di oggi contro la mentalità del tempo dei nostri genitori

0
71

Dal mio punto di vista, anche se sono giovane come vuoi posso affermare che trovo nei nostri giorni alcune mentalità errate che provengono dalla nostra generazione. Mi sembra che con l’aggiornamento della tecnologia si è persa l’umanità.

Nel giorno di oggi e difficile connetterti direttamente all’anima delle persone che incontri perché molti di noi seguono il loro bene e non pensano più al bene della persona che hanno d’avanti o magari si però al minimo possibile, nel senso che non sono più come erano nel tempo dei nostri genitori, di mostrare interesso su di quello che stai dicendo, sulla tua esperienza quando è successo qualcosa, su alcuni aspetti che forse a te ti pesa. No. Nei giorni di oggi troviamo ignoranti e anche egoisti.

Una volta, quando qualcuno incontrava una situazione difficile d’affrontare o aveva qualcosa nella mente che li pesava, erano le persone accanto per offrire una mano.

Per migliorare la situazione in cui avevi fiducia che puoi contare per l’aiuto da parte loro, mentre oggi purtroppo si trovano le persone pocco affidabile.

Io dico che era proprio bello vivere in un mondo dove tutti erano uguali, che aveva uno come accessori o abiti avevano anche gli altri insomma.

Oggi, trovi speso persone che pensano esclusivamente al loro futuro e come fanno guadagnare i soldi a breve possibile non dico che è sbagliato neanche così voglio solo sottolineare il fatto che nella corsa per guadagnare i soldi, perdi il tempo dedicato alla tua anima, a come farlo diventare più ricco nella sostanza, nel vivere e nel essere umano.

Capita quando perdi anche le tue passioni, le cose che davvero ti fanno vivere e riempire con la gioia. Quel piccolo coso che ti può soddisfare in ogni momento della vita, e perdere questo secondo me, ti guida a vivere nello stress e nella tristezza.

Portiamo il discorso anche su ONG che praticamente una inscrizione all’Ong ti da un sacco di vantaggi, oltre che puoi fare ore di pratica che ti servono alla università, hai lo chance di guadagnare esperienze nuove e anche apprendere dei soft skills andando ad workshop.

Puoi conoscere un sacco di gente nel Team Building, lavorare sui progetti tipo „Salvare i bambini” così puoi diventare una versione di te migliore aiutando i bambini sfortunati che sono abbandonati per vari motivi.

Sapete che i nostri genitori non hanno avuto questa possibilità o magari un idea che può esistere una cosa del genere per fare volentieri un bene per loro e anche per gli altri. Ma torno indietro alla mentalità di oggi : non tutte le persone vogliono fare cose del genere perché loro rispondono semplicemente : „è una perdita di tempo”, „non si guadagna nulla”(facendo riferimento allo stipendio).

Ma veramente? Eh sì, è più facile ignorare le cose del genere e pensando a se stessi, ma come facciamo oltre l’appello ad umanità? Sinceramente per questa domanda non so dare la risposta perché già si capisce che non è un obbligo, ma magari pensate a una cosa del genere!

È più dificile trovare una persona che fa un bene per la carità rispetto a trovarne una che ti può „ammazzare”(nel senso di farti un male invece del bene) e qui ci sono altri motivi al mezzo.

Mio padre ha una frase che me lo dice sempre e colgo l’occasione di darlo ragione : „Alla fine tutti siamo acqua e terra, uguali. Non portiamo niente con noi nella tomba”. E così è la cruda realtà.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here