Valorant: Lo sparatutto di Riot Games

1
9

Oggi vorrei parlarvi di uno dei miei giochi preferiti al momento, Valorant, lo shooter tattico prodotto da Riot Games, i creatori di League of Legends.

Valorant è uno sparatutto in prima persona multigiocatore, molto simile a Counter Strike “Global Offensive” nello stile di gioco e nel gunplay.

Assomiglia molto anche a Overwatch, sparatutto prodotto da Blizzard Entertainment, per via delle varie abilità che ogni “Agente” possiede.

Il gioco mette a disposizione un roaster di 15 così chiamati “Agenti” che il videogiocatore può scegliere di controllare per l’intera durata della partita. Non esiste l’opzione di cambiarli dopo ogni round, come nel caso di Rainbow Six Siege.

Una partita normale dura in media fino a 30-40 minuti, tempi che ovviamente possono variare in base alla modalità giocata. Nella modalità principale di valorant, il numero di round vinti necessari per vincere la partita è 13.

Modalità disponibili su Valorant

La modalità principale è la classica “pianta la bomba” che possiamo trovare negli altri sparatutto tattici presenti sul mercato. In questa modalità, l’obbiettivo principale è proprio quello di piantare una bomba, su valorant è chiamata “spike”, per poi assicurarne la detonazione oppure impedire quest’ultima.

Inoltre ne esistono altre di modalità, come ad esempio il “deathmatch” nel quale 14 giocatori devono affrontarsi con lo scopo di raggiungere le 40 uccisioni necessarie per vincere.

Un’altra modalità molto divertente da giocare è l’assalto spike che dura notevolmente meno della modalità classica. é una buona alternativa se non si hanno a disposizione quei 20 minuti in più.

Operatori diversi, divertenti ed interessanti

Per ora, esistono 15 operatori giocabili, ognuno è diverso dagli altri sia per via del suo aspetto fisico che per via del set di abilità che ognuno possiede.

I diversi operatori sono classificati secondo le loro abilità ed il loro scopo principale in ogni partita. le categorie nelle quali rientrano i vari operatori sono: Assassino, Guardiano, Stratega, e Demolitore.

Dopo 100 ore di gioco, i miei operatori preferiti sono sicuramente Reyna, per via del suo kit che si basa sul duellare i nemici. E Breach per via del suo kit molto tattico ed utile per la squadra.

Spero questo articolo vi sia piaciuto, se siete interessati anche a League of Legends, potete clickare qui per leggere i miei consigli sul come migliorarsi come giocatore.

 

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here