Viaggiare con il naso

0
38

A tutti piacciano fare i viaggi. Però sono vari tipi di viaggio, per esempio puoi viaggiare con la mente, e ti immagini tutti i posti dove sei passato o magari pensi ad un posto dove vuoi andare, viaggiare con gli occhi che funziona come il viaggio con la mente, viaggiare fisico dove vai proprio e cammini per scoprire nuove avventure. Ma rimane il viaggio con il naso.

Ma cos’è questo viaggio? Come funziona?

Sai che ogni posto ha il suo odore, quindi così funziona. È proprio il fatto che quando cammini su una strada per esempio, senti l’odore di un fiore particolare, diciamo l’odore dei fiori di ciliegia, quel odore ti rimane stampato nel cervello e quando sentirai un’altra volta lo stesso odore il pensiero ti porterà direttamente a quella strada, è proprio la memoria che viene allegata a quel ricordo.
Un’altro esempio può essere quando fai una passeggiata a Venezia, c’è quel odore particolare dell’acqua.

Per me tutti i posti che ho visitato hanno il loro odore come seguenti:

Roma per me ha l’odore del gelato con la frutta fresca o magari se ho fame e penso a Roma mi viene proprio in mente l’odore dell’Amatriciana, la mia pasta preferita.
Napoli ha l’odore di pizza appena cotta nel forno di legno.
Torvaianica che è un città lungo mare, ha l’odore della Mar Mediterraneo.
Ischia (Isola che si trova vicino a Napoli) ha l’odore di frutti di mare.
Romania, quando penso a questo paese mi viene l’odore di “mici” (che è un tipo di carne fritta sulla griglia ed ha la forma di salsiccia) e la birra fresca.
Londra ha l’odore di food street cioè lì troviamo un mischio tra le colture, quando cammini su una delle strade senti l’odore dei Churos – che è qualcosa di dolce della cucina di Spagna e Portogallo, se vai su un’altra senti l’odore di Subway, McDonald’s e così via.

Bulgaria ha l’odore del buffet svizzero perché anche lì trovi migliaia di prodotti mischiati.

Ungaria per me ha l’odore di sottoacetti perché loro fanno secondo me i migliori cetrioli sottoacetto.

Grecia ha l’odore del famoso yogurt bianco e ricco nei grassi.

Paris ha l’odore del croissant appena cotto.

Giappone ha l’odore del famoso sake – la loro bevanda che si assomiglia alla Grappa però è fatta da riso fermentato.

Cina ha l’odore di riso fritto chiamato (Chǎofàn) che è anche il loro piato tradizionale.

Possiamo dare quindi ai tutti posti che abbiamo visitato un odore che ci porta indietro a quel ricordo e a quel posto che lo consideriamo speciale e per quale ci ha rimasto stampato nel cervello l’odore particolare. Questo ci fa sentire di nuovo il sentimento unico che abbiamo sentito una volta, camminando o passeggiando lì.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here